Il Training Autogeno

iltrai2

C“Conoscere se stessi è qualcosa di estremamente elementare. Non è difficile, non può esserlo. Non devi apprendere nulla, devi  semplicemente disimparare alcune cose”
Osho    


Il Training Autogeno ha avuto un’enorme diffusione in tutto il mondo,  oggi è largamente conosciuto e diffuso come tecnica di rilassamento.

Il T.A.  è un metodo di autodistensione da concentrazione psichica, in altre parole si raggiunge il completo rilassamento fisico  e psichico tramite la concentrazione mentale. 

La tecnica è stata elaborata nel 1920 dal dottor Johannes Heinrich Schultz, medico neurologo e psichiatra di origine berlinese.
Dopo molti anni di studi sull’ipnosi Schultz arriva a formulare questo metodo che consente di raggiungere lo stesso stato di rilassamento dell’ipnosi e anche la stessa condizione di ricettività al cambiamento in modo però autonomo. 

TRAINING: sta a significare allenamento, cioè esercizi continuamente ripetuti.
AUTOGENO: sta a indicare la caratteristica del nostro organismo che sa ritrovare
da sé un sano equilibrio mente-corpo, senza l’intervento di agenti esterni.

A che cosa serve il T.A. ?:
Con il T.A. la persona acquisisce la capacità di raggiungere AUTONOMAMENTE uno stato di distensione e di calma, sia a livello fisico che a livello psichico e contemporaneamente tutto ciò che può essere dato da “calma, distensione e immersione psichica”: 

  • Riposo e recupero delle energie
  • Autodistensione (attraverso lo smorzamento delle risonanze affettive
  • Autoregolazione delle funzioni corporee normalmente “involontarie
  • Miglioramento delle prestazioni
  • Miglioramento della concentrazione e della memoria
  • Eliminazione o smorzamento del dolore
  • Autodeterminazione (tramite formulazione di proponimenti)
  • Autocontrollo  e autocritica (tramite l’introspezione)


Il TA va a stimolare i nostri meccanismi auto-correttivi: 

  • AUTOCONSAPEVOLEZZA
  • AUTOCONTROLLO
  • AUTOMIGLIORAMENTO

Il TA è’ utile a qualsiasi età per trovare giovamento o risolvere problemi legati a:
Stress; Ansia; Fobie; Attacchi di panico; Insonnia; Stanchezza; Insicurezza; Timidezza; Tic; Balbuzie; Patologie psicosomatiche; Disturbi sessuali; Disturbi mestruali; Dipendenza da fumo, cibo, alcol, droghe; Cefalea; Ipertensione; Tachicardia; Intestino irritabile; Problemi della pelle; Gastrite e disturbi digestivi Asma psicogeno; Dolori.

Il T.A. si rivolge anche a coloro che, pur godendo di uno stato di salute, desiderano mantenere un ottimale equilibrio e benessere psicofisico.
T
ale tecnica, pertanto, ha molteplici scopi; da un lato si propone di aiutare a curare ciò che è malato, dall’altro di aiutare a mantenere ciò che è sano. 

Il TA non presenta controindicazioni e chiunque, quindi, può trarne beneficio.

I settori di applicazione del TA sono molteplici: esso viene applicato nell’ambito della medicina preventiva e psicosomatica, in psichiatria, in ginecologia nella preparazione al parto, in campo sportivo, professionale e scolastico. 

In che cosa consiste il T.A.:
Il TA consiste in esercizi di concentrazione mentale passiva che il Dott. Schultz definisce: Esercizi Somatici o Inferiori e Esercizi Psichici o Superiori.

Negli esercizi Somatici la concentrazione mentale è rivolta a particolari distretti e sensazioni corporee; in quelli Psichici la concentrazione è rivolta a particolari rappresentazioni psichiche-emotive.

Tutti gli esercizi del T.A. hanno lo scopo di allenare l’individuo all’attitudine alla distensione e alla calma, all’ascolto del proprio corpo, delle proprie sensazioni ed emozioni.

Chi ha acquisito una certa familiarità con la pratica del TA è in grado di giungere ad una facile ed automatica modificazione di quei parametri fisiologici che sono altresì necessari per fronteggiare le  situazioni di stress, di tensione e di ansia.             

 

    

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *