Chi sono

Nata a Corinaldo, in provincia di Ancona nel 1971; laureata in Psicologia Clinica e di Comunità presso l’Università degli Studi di Bologna nel 1996.
Mi interesso da quindici anni di Training  Autogeno, tecniche immaginative e tecniche di rilassamento psicofisico.

Oggi vivo e svolgo la mia professione di Psicologa Psicoterapeuta, formatore in discipline psicologiche e training autogeno a Senigallia (An), dopo un lungo periodo di lavoro a New York e a Milano. 

Come Psicoterapeuta, in regime privato, mi trovo ad operare nei seguenti ambiti: passaggi critici nel ciclo di vita (adolescenza, coppia e sessualità, gravidanza, lutto, terza età); disagio psicologico; disagio esistenziale; supporto genitoriale (passaggi evolutivi problematici); disabilità (fisica o psichica del figlio); stress e disadattamento; disturbi psicosomatici da stress/ansia; difficoltà  scolastiche; prevenzione e benessere; sviluppo della creatività personale; coaching.
Collaboro con altre figure professionali per una presa in carico olistica del soggetto; svolgo attività di psicologa a Senigallia presso l’Andos: Associazione Nazionale Donne Operate al Seno; conduco gruppi e sedute individuali di Ipnosi, Training Autogeno e Immaginazione Creativa per pazienti. 

Come formatore di discipline psicologiche sono  impegnata presso Enti di formazione pubblici e privati, in Corsi di Comunicazione, Competenze Relazionali, Coaching, Dinamiche di Gruppo e di Orientamento Scolastico-Professionale.
Conduco  gruppi di  formazione in Training Autogeno e tecniche di rilassamento per psicologi ed operatori del settore.

Il mio stile:
Utilizzo un approccio psicodinamico basato sull’uso privilegiato di tecniche immaginative e tecniche a mediazione corporea, che integrano la Procedura Immaginativa, l’Ipnosi e il Training Autogeno.

Il  mio orientamento:
Ho fatto dello studio dell’animo umano e delle terapie naturali immaginative le mie grandi passioni.

Ho abbracciato l’approccio psicodinamico e la visione olistica dell’essere umano, che non separano la mente dal corpo, ma li uniscono in un tutt’uno e vedono il dolore e la malattia non come un immotivato accadimento del destino, ma come un’opportunità di crescita.
Il nostro corpo e i suoi ritmi sono una guida fondamentale per accedere alla dimensione del Sé, un enorme serbatoio di dati, a nostra completa disposizione e pronto ad offrirci tutto il suo aiuto ogni volta che lo interpelliamo. 

Mi piace pensare che una salute più florida, un amore felice, una maggiore disponibilità economica, un lavoro più soddisfacente… non sono frutto della sola fortuna, ma anche e soprattutto il risultato di un atteggiamento consapevole e costruttivo nei confronti della vita e il risultato di un lavoro profondo di consapevolezza e trasformazione. 

Mi piace vedere ogni ostacolo come un ponte. Come una grossa pietra in mezzo al fiume: può essere d’impedimento se ci inciampiamo contro e se pretendiamo di toglierla, ma può essere d’aiuto per passare da una riva all’altra se ci camminiamo sopra.
In questo caso più grosso è il sasso, più facilitato sarà il passaggio; ma il sasso in sè è solo un sasso, sta a noi subirlo come ostacolo o usarlo come opportunità. 


Considero il processo psicoterapeutico un affascinante percorso di scoperta e un atto creativo di guarigione. Processo che implica non solo l’attenuazione dei sintomi, ma soprattutto il raggiungimento di una comprensione accurata della propria storia personale e della propria sofferenza; lo sviluppo di un senso di autonomia; di identità; di autostima; di forza dell’Io e coesione del Sé; della capacità di amare, lavorare e giocare e di un senso completo di benessere.

Considero la psicoterapia un processo in cui si sviluppano un insieme di sensibilità simili a quelle che l’antica tradizione psicoanalitica riferiva con il termine di “maturità emotiva”;  in cui la persona impara a conoscere meglio quello che prova, capisce perché lo prova e acquisisce la libertà interiore di padroneggiare le proprie emozioni in modi positivi per sé e per gli altri.
Considero lo psicoterapeuta un facilitatore di tale affascinante processo. 

 

La Dott.ssa Monica Gregorini si impegna al pieno rispetto del codice deontologico degli psicologi, il cui testo é consultabile all’indirizzo www.psy.it

Dott.ssa Monica Gregorini, iscritta all’Albo Professionale degli Psicologi della Lombardia al n.12080

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *